c
c

DAL CASTELLO DI BEVIGLIE...

c

Dopo il rientro da Assisi, i sammarinesi Daniele Albani e Gianfranco Ugolini, oggi hanno incontrato sua Eccellenza Andrea Turazzi, Vescovo di San Marino e del Montefeltro per ringraziarlo del messaggio a loro affidato e consegnato ad Assisi. Nell'occasione hanno donato al Vescovo una rappresentazione della Resurrezione in bronzo realizzata dallo scultore marchigiano Pericle Fazzini, ricevuta al loro arrivo ad Assisi.

c

4 ottobre festa del transito di San Francesco

San Francesco e Sorella Morte interpretata da  due grandi artisti:

la prima opera è del  Caravaggio (Cavaliere di Malta)

l'altra è del Guido Reni

c

Il Presidente Mattarella  ad Assisi 

La gratitudine ed il benvenuto della presidente della Regione Catiuscia Marini, mercoledì arriva anche Gentiloni

Accoglieremo oggi, ad Assisi, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, con un profondo sentimento di gratitudine e di affetto per la vicinanza e l’attenzione che ha sempre mostrato nei confronti della nostra terra e degli umbri”. E’ quanto afferma la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, alla vigilia della visita del Capo dello Stato, invitato dalla Regione Umbria, in occasione delle iniziative per il ventennale del sisma che colpi l’Umbria e le Marche nel settembre del 1997.

   “Sono certa – ha affermato la presidente – di interpretare il pensiero di tutti gli umbri rivolgendo al Presidente Mattarella il saluto di benvenuto nella nostra regione per ricordare ed onorare innanzitutto la memoria delle vittime di quel sisma. Al Capo dello Stato riferiremo del grande lavoro svolto in Umbria per la ricostruzione post sismica del 1997, e insieme incontreremo tutto il sistema nazionale e regionale, le donne e gli uomini della Protezione Civile e di tutti i corpi militari e civili dello Stato, delle associazioni del volontariato, protagonisti allora, come purtroppo anche per il sisma dello scorso anno, della straordinaria opera di soccorso ed assistenza alle popolazioni colpite dal terremoto”.

Il programma della visita prevede l’arrivo del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, martedì 3 ottobre alle ore 10.30 ad Assisi alla Basilica Superiore di San Francesco d’Assisi, dove sarà accolto dalla Presidente della Regione, Catiuscia Marini, dal sindaco di Assisi, Stefania Proietti, dal Presidente della Provincia di Perugia, Nando Mismetti, dal Custode del Sacro Convento, Mauro Gambetti. Il Presidente Mattarella, visiterà quindi la Basilica ed incontrerà i familiari delle vittime, morte a seguito del crollo delle volte della Basilica Superiore.

 A seguire il Capo dello Stato si recherà al Teatro Lyrick, per l’incontro con il sistema nazionale e regionale della Protezione Civile, alla presenza dei Sindaci umbri e dei rappresentanti delle istituzioni regionali, provinciali e locali. Qui, dopo la proiezione del video sul ventennale, interverranno per i saluti istituzionali il Sindaco di Assisi, Stefania Proietti, Patrizio Losi, Presidente della Consulta Nazionale del volontariato di Protezione Civile, Angelo Borrelli, Capo Dipartimento della Protezione Civile, e Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria.

Il 4 ottobre, giorno di san Francesco, in occasione del tradizionale corteo da piazza del Comune alla Basilica di San Francesco, l’arrivo del premier Paolo Gentiloni.

Articolo tratto da  tuttoggi info.

NovenadiSanFrancesco2017-Programma.pdf
Documento Adobe Acrobat 576.9 KB
c

Da un articolo di Repubblica.it del 2 Settembre 2017

Assisi, torna il 'Cortile di Francesco': da Minniti a Prodi, confronto su migranti, Europa, sicurezza

Il tema dell'edizione 2017 è "il cammino". Appuntamento dal 14 al 17 settembre: decine di appuntamenti e di ospiti. Si chiude con un dibattito tra il ministro dell'Interno e Ravasi sulle politiche nel Mediterraneo

Assisi torna ad essere il 'Cortile di Francesco', luogo nel quale dialogare e confrontarsi tra culture, religioni e punti di vista diversi. Il tema scelto per l'edizione 2017 della rassegna promossa dal Pontificio consiglio della Cultura e dal Sacro convento, in collaborazione con la Conferenza episcopale umbra e l'associazione Oiocos, riguarda "il cammino", in particolare quello da fare in comune. E non può trascurare l'aspetto delle migrazioni, il più grande moto sociale che riguarda l'epoca contemporanea. Il cardinale Gianfranco Ravasi e il ministro dell'Interno Marco Minniti ne discuteranno nel dibattito conclusivo, domenica 17 settembre alle 18,30 nella Basilica superiore. Ma il "cammino" evolutivo innescato dai flussi migratori sarà tema di sfondo anche ad altri appuntamenti: da quello con Andrea Riccardi, chiamato a intervenire sabato 16 settembre sull'aspetto dell'integrazione, a quello che vedrà confrontarsi il 14 settembre il neopresidente Cei Gualtiero Bassetti con l'ex premier Romano Prodi.

Sono oltre cento i relatori previsti in quaranta eventi programmati tra la mattina di giovedì 14 e la sera di domenica 17, per i quali ci si può prenotare onlinegratuitamente. Dall'archistar Christo all'antropologo Marc Augé, dalle lezioni del violinista Uto Ughi alla letture di Gabriele Lavia. E poi Massimo Cacciari, Lucio Caracciolo, Lucia Annunziata, Umberto Galimberti e Oliviero Toscani. Il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio parlerà di terremoto, sicurezza e percorso di ricostruzione con il governatore di Bankitalia Ignazio Visco e l'ex commissario per il Centro Italia Vasco Errani, affrontando anche il dramma dei crolli di Assisi insieme del custode del Sacro Convento Mauro Gambetti. Un'altra ministra, Valeria Fedeli, sarà invece protagonista del dibattito introduttivo sulle "paroli ostili" che caratterizzano un altro cammino contemporaneo, quello che attraversa le frontiere del web. Il tema della rete fa capolino in diverse sessioni della rassegna. E ad esso si affianca quello sul futuro del giornalismo, argomento focale di un ciclo di incontri che culminerà nel colloquio di venerdì 15 tra Massimo Giannini e Carlo De Benedetti sul palco in piazza del Comune. Si proverà a tracciare una rotta verso l'informazione di qualità, "unica risposta - spiegano gli organizzatori - al rischio di cedere all’inganno della post-verità nell'era dei social media".

Un elenco di temi contemporanei "da affrontare con lo spirito di Francesco che è il santo dell’incontro ancor prima di essere il santo del dialogo", sottolinea padre Enzo Fortunato, portavoce del Sacro Convento. E il "cortile" è proprio "un luogo dove gli uomini si incontrano, entrano in relazione gli uni con gli altri, considerati di pari dignità a prescindere dalle differenze". È l'approccio adottato dal cardinale Ravasi nel suo mandato alla guida del 'ministero della Cultura' vaticano: "Come duemila anni fa gentili ed ebrei potevano ritrovarsi nel cortile vicino al Tempio, così gli uomini di oggi possono incontrarsi ad Assisi ed allargare il proprio sguardo sull'umano".

c

Gualtiero Bassetti nuovo presidente Cei:

Papa Francesco sceglie il cardinale perugino

24 MAGGIO 2017 

Papa Francesco ha scelto il cardinale Gualtiero Bassetti come nuovo presidente della Conferenza episcopale italiana. L’arcivescovo di Perugia era stato il primo e il più votato dall’assemblea generale dei vescovi, ricevendo 134 voti al ballottaggio della prima sessione, battendo il cardinale di Agrigento Francesco Montenegro (126 preferenze, alla terza votazione) e del vescovo di Novara Franco Giulio Brambilla (115, alla seconda). La terna di nomi era poi stata consegnata al Pontefice, al quale da Statuto Cei spetta la nomina del Presidente della Conferenza.

La notizia della nomina di Gualtiero Bassetti a presidente della Cei è stata comunicata dal cardinale Angelo Bagnasco, predecessore del cardinale perugino, al termine della Messa nella basilica vaticana. “E adesso – le parole di Bagnasco secondo Avvenire – ho l’onore e il piacere di comunicare che il Santo Padre ha nominato il cardinale Bassetti presidente della Conferenza episcopale italiana”.

 

“Gioia e gratitudine dei frati del Sacro Convento di Assisi per l’elezione del Cardinale Gualtiero Bassetti a Presidente della Conferenza Episcopale Italiana. Accompagniamo con affetto e preghiera, sulla tomba di San Francesco, l’importante e delicato ministero che gli è stato affidato. Siamo certi che con il suo cuore ‘francescano’ e la sua sensibilità spirituale saprà guidare la Chiesa italiana alla luce dei valori di pace, solidarietà e custodia del creato cari a Papa Francesco. Viviamo questa gioia nella felice coincidenza della dedicazione delle Basilica di San Francesco in Assisi”. Lo ha reso noto il direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, padre Enzo Fortunato.

(fonte assisinews)

c

Concerto Basilica Règia, ad Assisi in occasione dell’anniversario della dedicazione

ASSISI – Basilica Règia, un appuntamento di musica e preghiera ad Assisi sabato 20 maggio 2017, alle ore 21 presso la Basilica Papale di San Francesco in Assisi, Basilica Superiore. In occasione del 764 anniversario della dedicazione della Basilica la Cappella Musicale di Assisi terrà un concerto gratuito dal titolo “Basilica Règia”. Durante il concerto verrà eseguito il Requiem K 626, di Wolfgang Amadeus Mozart.

 

A dare vita a questo appuntamento con la grande musica saranno: il soprano Francesca Bruni, il mezzosoprano Milena Josipovic, il tenore David Sotgiu e il baritono Giulio Boschetti. Insieme a loro ci sarà la Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco e l’Orchestra da Camera di Perugia. Tutti gli artisti saranno diretti da Padre Giuseppe Magrino OFM conv.

c

Solenne Inaugurazione del Santuario della Spogliazione, voluta da Papa Francesco.

c

Terza edizione del Cortile di Francesco 2017 che si terrà ad Assisi dal 14 al 17 settembre. L’evento è realizzato dal Pontificio Consiglio della Cultura, dal Sacro Convento di Assisi con le Famiglie Francescane, dalla CEU e dall’Associazione Oicos Riflessioni in collaborazione con Diocesi di Assisi, Comune di Assisi e ufficio scolastico regionale per l’Umbria.

Il Cortile di Francesco 2017 vedrà quattro giorni di incontri, conferenze e workshop con personalità della società civile, della cultura, della politica e dell’arte ma anche tanti uomini e donne pronti ad ascoltare e a dialogare tra loro sul tema del “cammino”. Un programma ricco di eventi. Tra le prime personalità che hanno aderito: Antoine Audo, Stefano Boeri, Enzo Bianchi, Massimo Cacciari, Luciano Canfora, Lucio Caracciolo, Andrea Iacomini, Vito Mancuso, Romano Prodi e Antonio Tajani.

Il Cortile di Francesco 2017 si svilupperà in una serie di incontri durante l’anno che tracceranno la strada che porterà all’evento di settembre. Saranno quattro i percorsi preparatori: arte e territorio, comunicazione, economia e migrazione. Una delle novità di questa edizione è che alla manifestazione sarà presente una nazione, quest’anno sarà la volta della Francia.

Il primo appuntamento di avvicinamento al Cortile di Francesco 2017, dal titolo “Terremoto, cosa fare?”, si terrà al Sacro Convento di Assisi dal 30 marzo al 1 aprile e vedrà, tra gli altri, la partecipazione del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, del Commissario straordinario per il Terremoto del Centro Italia, Vasco Errani, e della Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini. L’evento sarà aperto alle 21.30 da Philippe Daverio che terrà una lectio itinerante tra gli affreschi più antichi della Basilica Inferiore di San Francesco. Un itinerario in tre tappe per una strategia nazionale di prevenzione e interventi sul territorio nazionale. Sarà l’occasione per conoscere il patrimonio architettonico e la sua salvaguardia dal rischio sismico. Il secondo incontro sarà sulla comunicazione il 26 maggio ad Assisi e vedrà la partecipazione, tra gli altri, di Antonio Campo Dall’Orto e Giuseppe Giulietti.

c
Assisi, dal 18 al 20 settembre 2016 si tiene l'Incontro internazionale "SETE DI PACE: religioni e culture in dialogo"
Dialogo e pace, il Papa ad Assisi 
il 20 settembre 2016

leggi l'articolo su 

www.avvenire.it/Chiesa/Pagine/Papa-Assisi-20-settembre

Non solo celebrare, ma soprattutto mantenere vivo lo "Spirito di Assisi" e il dialogo fra le religioni, è l'intento dell'incontro internazionale 'Sete di pace' che, a trent'anni dalla storica 'Preghiera delle religioni mondiali per la Pace' voluta da Giovanni Paolo II, si terrà dal 18 al 20 settembre 2016 sempre nella città di San Francesco.
    Promosso da Comunità di Sant'Egidio, Diocesi di Assisi e dalle Famiglie Francescane - in collaborazione con la Conferenza episcopale umbra, la Regione e il Comune di Assisi -, la nuova iniziativa sarà caratterizzata dalla presenza di oltre 400 tra capi religiosi di tutti i continenti, rappresentanti del mondo della cultura e delle istituzioni, e una partecipazione popolare da diverse città italiane ed europee. "Ci siamo voluti fare interpreti della grande sete e del grande desiderio di pace che c'è nel mondo, sempre più pieno di paure, guerre, terrorismo e violenze diffuse", ha spiegato il presidente della Comunità di Sant'Egidio, Marco Impagliazzo.

Puoi scaricare e stampare il programma cliccando su Download 

www.santegidio.org_FSnetTemplates_SE2012
Documento Adobe Acrobat 205.0 KB
c
c
c
c
c
c